Categorie

Articoli recenti

  • Home
  • /
  • Around Puglia
  • /
  • Alla scoperta di Locorotondo: cummerse, balconi fioriti and more…

Alla scoperta di Locorotondo: cummerse, balconi fioriti and more…

 

“Il Bianco non è una mera assenza di colore, è una cosa brillante e affermativa, è feroce come il rosso, è definitivo come il nero. Dio dipinge in molti colori; ma Egli non dipinge mai così magnificamente, mi verrebbe da dire quasi grandiosamente, come quando dipinge di bianco.”

E per Locorotondo il Dio citato da G.K. Chesterton avrà avuto un occhio di riguardo. Qui la luce che si riflette sui muri delle case imbiancate a calce è diversa: sia che passiate in primavera, quando i mandorli sono in fiore che a settembre, per concedervi le ultime nuotate di fine estate tuffandovi nelle acque cristalline dell’Adriatico, troverete sempre un candore inaspettato, che si svela dietro ogni arco, scaletta o cummersa. Un borgo – tra i più belli d’Italia – talmente unico da conquistare il cuore fino a riempire gli occhi: merito della purezza della calce che imbianca ogni angolo, interrotto solo dai colori pastello di distese di fiori che sbocciano su ogni balcone. A Locorotondo non sai mai dove guardare: l’imponenza della pietra pugliese, la riservatezza di un vicolo stretto, il calore di una casa col caratteristico tetto spiovente (cummersa) ricoperto da chiancarelle, l’intimità di una piccola chiesa, il conforto del verde di Puglia che si apre, come fosse un paesaggio fiabesco, attorno al borgo.

L’invito è quello di rilassarsi e perdersi. Facendo sosta in qualche tappa consigliata.

 

Bere bene

 

pastini-locorotondo

 

Niente di più facile a Locorotondo. Patria di un vino bianco Doc, ha visto fiorire attorno a sé importanti cantine che portano avanti, con passione e professionalità, una ricerca filologica connessa al territorio. Così accanto al classico bianco di Locorotondo, è stato recuperato, da alcuni anni, un vitigno autoctono, il Minutolo, da cui si estrae un bianco intenso, delicatofloreale con sentori di frutti esotici. Il modo migliore per degustarlo? Direttamente in cantina, o meglio, in vigneto: a pochi chilometri da Locorotondo, infatti, la Cantina i Pàstini offre la possibilità di visitare i vigneti e degustare vini molto interessanti in una cornice suggestiva. In questo articolo maggiori dettagli. Per gli amanti della mixology, invece, due indirizzi imperdibili: BBeP, acronimo di Barba Baffi e Pellicce, e il Docks 101 (situato in una posizione molto panoramica), in cui la religione del cocktail si esprime in mescite originali.

 

Mangiare bene

A Locorotondo, come nel resto della Puglia d’altronde, è possibile mangiare tra i migliori street food bel Bel Paese: panzerotti, focacce, panini con le bombette. Tante  diverse specialità che fanno immaginare che il cibo di strada sia nato qui! Ai gourmand alla ricerca di sapori forti, come gli “gnumerèdde suffuchète” (involtini di trippa d’agnello, legati con le budella dell’animale e cotti a lungo in tegami di terracotta) consigliamo di far tappa a U’ Curdunn, un delizioso locale del centro storico. I piatti proposti da Peppino e Margherita evocano i pasti lunghi e pigri delle famiglie del Sud: la pasta è fatta in casa, le carni locali, le preparazioni tradizionali.

 

Dormire bene

 

tenuta lauro locorotondo_ls

 

Un posto destinato a entrare nel cuore di chi lo vive per restarci: il Resort Tenuta del Lauro. Grandi piante di alloro preservano da occhi indiscreti questa residenza di campagna, che ha fatto del recupero intelligente dei tipici trulli la propria cifra stilistica. Una residenza rustica e di charme, dove arredi artigianali e oggetti di design Missoni si incastrano tra loro come pezzi di un puzzle sospeso tra presente e passato. Svegliarsi in questo luogo silenzioso, fare colazione in un giardino olfattivo, circondati da piante aromatiche, rilassarsi in piscina, all’ombra di ulivi secolari o pranzare nell’orto biologico sono alcune delle esperienze che renderanno la vostra vacanza indimenticabile.

 

shop by look

Abito Fay

Abito Fay

Sandali Tod's

Sandali Tod’s

Tracolla Orciani

Tracolla Orciani

Cappello Altea

Cappello Altea

 

Coccole per il corpo e per lo spirito

 

Saloon

Una sola poltrona, un solo lavatoio. Michele d’Amico ha fatto di una piccola bottega di parrucchiere un luogo di bellezza e di cura nella sua accezione più alta: attorno mobili di antiquariato recuperati dalla casa della nonna e della zia, ai muri tante opere d’arte realizzate con le sue mani, ovunque piccoli dettagli dallo stile retrò, quasi a voler riportare mente e corpo fuori dal presente. A vivere l’esperienza di un taglio o di una piega si va di sera: Michele, infatti, accoglie le sue clienti dalle 16 in poi, fino a notte inoltrata, momento in cui c’è più spazio per la riflessione, l’arte e la poesia.

 

Incredix Lab Design

La casa-atelier di Incredix alias Pino Giacovelli s’affaccia discreta sul verde della campagna di Locorotondo, a racchiudere in sé, come uno scrigno, creazioni speciali fatte tutte a mano, con amore. Perché il grande merito di Pino, designer-maker, è quello di aver dato vita a un laboratorio di alchimia leggera che instilla nuova linfa a materiali di scarto industriali miscelandoli a legno, resina, polvere di pietra. In questo lab design tutto è autoprodotto: ogni elemento, dai tavoli alle sedute, dalle lampade alle mensole – molti dei quali potete ritrovarli in alcuni locali di Locorotondo – è stato progettato e poi fisicamente realizzato da Pino. Una sosta quella da Incredix Lab Design che insegna che i sensi e la materia possono essere degli eccellenti punti di partenza e che sì, mente e cuore quando riescono a dialogare, creano il sublime.

 

morbida_incredix

 

Il tempo ritrovato

Quel tempo che riporta alla mente i pomeriggi passati a casa della nonna, quando si faceva merenda sul tavolo in legno della cucina su cui imperava un piccolo centrino fatto all’uncinetto. Entrare nella bottega di Nunzia – nella piazza principale di Locorotondo – è un po’ come ritrovarsi tra quelle mura: ovunque coperte, tovaglie, sciarpe, vestiti, borse e piccole frivolità realizzate a mano, recuperando l’antichissima lavorazione del “Punto Margherita”, una tecnica quasi scomparsa e riportata alla luce grazie alla caparbietà della padrona di casa e delle sue collaboratrici. Quasi a ricordarci che Locorotondo non è solo tetti aguzzi delle cummerse e il bianco delle strade, ma anche arti antichissime, tramandate di madre in figlia per arrivare sino a noi.

 

shop by look

Maglia Altea

Maglia Altea

Pantaloni Paolo Pecora

Pantaloni Paolo Pecora

Mocassini Tod's

Mocassini Tod’s

Bracciale Tod's

Bracciale Tod’s

Lascia un commento