Categorie

Articoli recenti

  • Home
  • /
  • Focus & Trends
  • /
  • Identikit del dandy contemporaneo: la bellezza che resiste al tempo

Identikit del dandy contemporaneo: la bellezza che resiste al tempo

Dan·dy  ‹dä′ndi›
pl. dandies ‹dä′ndi∫›
 […] Uomo elegante, alla moda, che attribuisce grande importanza al proprio aspetto, dando valore soprattutto allo stile, al buon gusto, alle belle maniere, e ostentando fastidio per i modi e i costumi borghesi […]
Fonte: Treccani.it

George Bryan Brummell, Oscar Wilde, Charles Baudelaire. E ancora Gabriele d’Annunzio e David Bowie Tutti uomini che hanno fatto della cura maniacale dell’estetica e dell’abbigliamento uno strumento di rivendicazione sociale. Un atteggiamento diffuso nella Londra dell’Ottocento, che ha visto in Brummel uno dei importanti esponenti: alla divisa maschile dell’epoca –  che vedeva dominare i colori più sgargianti e le stoffe seriche – contrappose un suo stile, elegante e anticonformista, fatto di pantaloni a tubo e giacche da frac rigorosamente doppio petto e di colore blu.

Era stato finalmente seppellito il Settecento. Era nato il primo dandy.

Come riconoscerlo? Il dandy ama curare non solo i dettagli del suo abbigliamento, ma anche del suo parlare, del suo relazionarsi con l’altro. E non lo fa solo per semplice frivolezza o voyeurismo. Utilizza la sua “calibrata eccentricità” per contrapporsi al conformismo, all’ordinamento gerarchico, all’omologazione. Il dandy è languido, sfugge alle responsabilità e alle preoccupazioni del vivere. Non è mai qualunquista né volgare, eppure è infinitamente antidemocratico. Individualista e demodè, trasgressivo e ribelle, rinnega lo status quo e persegue la bellezza non solo nel vestire, ma anche nell’arte, nella cultura, nell’essere umano.

Esistono ancora oggi i dandy? Citando Barthesla moda ha ucciso il dandy”: la società di massa, con i suoi miti e i suoi abiti in serie, schiaccia e livella le personalità. I dandy contemporanei sopravvivono in quei gentiluomini che coltivano e mantengono la loro indipendenza nel modo di vestire e vivere, nonostante i codici uniformi e gli stili globalizzati.

 

calzature dandy barrett

 

Identikit del dandy contemporaneo

 

❶  Non insegue la moda. La inventa

❷  Non ama il lusso, ma i lussi della vita

❸  Stupisce gli altri, senza mai essere stupito

❹  Beve il the in una tazza di porcellana antica

❺  Ha la barba curata, pantofole di velluto e una vestaglia in seta

❻  Coltiva l’idea del bello e dedica tempo e denaro alle sue passioni

❼  Indossa abiti sartoriali che sopravvivono al tempo perché attentamente rifiniti

❽  E’ individualista e anticonformista. Rifiuta l’idea d’appartenenza a una classe: è  senza preconcetti o idoli da imitare

❾  Utilizza accessori demodé e colorati: pochette piegate con cura maniacale, gemelli dalla foggia ricercata, guanti di morbida pelle

❿  Crede che gli abiti non siano una frivolezza, ma un modo molto intelligente per rifiutare il mainstream senza scatenare una rivoluzione

 

I nostri must buy

Per il new dandy la scarpa è un oggetto di culto, purché sia artigianale. Qualità, stile, design per una calzatura capace di proiettare chi la indossa in una dimensione desiderante, onirica, aspirazionale.

Ne abbiamo selezionate tre.

Ricco di dettagli eppure essenziale. Il Brogue Loafer di Barrett, anche conosciuto come mocassino a coda di rondine, è la calzatura perfetta per il gentleman contemporaneo con la maxi frangia, la fibbia e la tomaia in vitello interamente anticata e lavorata a mano.

Un classico no season che si reinventa senza cambiare. È il Mocassino di Tod’s: in pelle scamosciata, con mascherina e monogramma impresso. Una calzatura assoluta, che affascina ora e sempre.

Stile e fascino timeless. Il Beatles Boot di Barrett gioca con le lavorazioni delle pelli e i contrasti di nuance, per una scarpa dall’effetto vintage.

Thanks to Domenico Gianfrate

Cappotto Hevò Cisternino

Cappotto Hevò Cisternino

Pantaloni Pt01

Pantaloni Pt01

Abito Z Zegna

Abito Z Zegna

Anello Eleventy

Anello Eleventy