Categorie

Articoli recenti

It’s Barber Time: il culto della nuova estetica maschile

 

Gli hipster non hanno inventato niente. Già nell’800 basettoni e baffi folti distinguevano lo stile dei gentiluomini dell’alta società inglese, come George Brummel, uno dei pioneristici dandy celebre per la sua eleganza fatta di abiti scuri e giacche da frac. Tutto il XIX secolo sarà così scandito soprattutto dall’arte del parrucchiere, in un andirivieni di baffi, barbe, basette o “favoriti”, onde e riccioletti più o meno “scapigliati”.

Poi, nel ‘900, le guerre e l’invenzione di Kimp Camp Gilette del rasoio usa-e-getta e sicuro da usare, segnano la scomparsa delle barbe importanti, lasciando il posto a visi perfettamente lisci, come insegnano le grandi star del cinema degli anni ’60, Cary Grant o addirittura del rock’n’roll, Elvis Presley.

Oggi, invece, l’evoluzione dello stile passa attraverso ogni minima personalizzazione dell’identità, il che vuol dire scegliere una barberia in cui, oltre a sistemare il proprio taglio sorseggiando drink e ascoltando buona musica, è possibile vivere una vera e propria esperienza di benessere affidandosi nelle mani esperte di maestri dell’intaglio.

C’è un ritrovato gusto nella cura di barba e baffi e un ritorno di antichi rituali dati per dispersi. Non è un’azione veloce, richiede precisione e tempo da dedicarsi. In alcuni barber shop quella della barba è una vera e propria filosofia, da concedersi con prodotti naturali e in relax. Ogni passaggio è importante e non solo per il risultato estetico finale. 

 

the barber time

 

Pulizia

Prima ancora di usare il sapone, la barba va spazzolata per eliminare residui.

Modellazione

È il momento di “dare forma” alla barba, delinearne i contorni, definirne la lunghezza e l’estensione, il tutto con schiuma, pennello e rasoio. Gli zigomi, la forma delle labbra e l’ovale del viso sono gli elementi essenziali dai quali partire per comprendere qual è la forma migliore da dare alla barba. Non è solo una questione di personalità, ma di simmetrie ed equilibri. Per la scelta – essenziale – affidatevi ad un esperto.

Detossinazione, rasatura & shampoo

Nebulizzare la pelle con un prodotto detossinante specifico, che idrata e allevia il rossore, è importante: permette una migliore rasatura su zigomi e collo e prepara allo shampoo della barba, il passo finale della detersione.

“Panno caldo”

È il momento decisamente più rilassante. Un panno morbido strizzato, poco prima immerso in acqua bollente, tecnicamente serve a rimuovere i residui di sapone e balsamo del lavaggio. D’altro canto, quei pochi minuti di posa generano un distacco dai pensieri del quotidiano che –anche se solo per poco- vanno via con il vapore… il gioco è fatto!

it's barber timeIdratazione

Crema idratante per la pelle rasata, olio emolliente per la barba. Due alleati della cura quotidiana, che nutrono la barba e la mantengono sana nel tempo. 

Asciugatura

Vi sono diverse scuole di pensiero, tutte valide fino a prova contraria. In particolare, se la barba è lunga, si procede con spazzola e phon per un’asciugatura perfetta anche nella forma.

E se il barber shop è un momento che ci si concede di tanto in tanto, come si cura la barba nel quotidiano?  Gli esperti suggeriscono di prediligere la rasatura al mattino, quando la pelle è ancora rilassata e morbida.

Gli essenziali: crema per radere collo e zigomi, shampoo per la pulizia quotidiana, olio e crema idratante. L’olio è perfetto tutti i giorni, anche più volte al giorno. Predisposizione mentale: la barba è rigorosamente un momento relax e con un tocco di creatività. Pochi minuti ma che siano vissuti a mente libera… it’s barber time!

 

 

 

Thanks to Forte 17 Hair’ SPA

Lascia un commento