Categorie

Articoli recenti

  • Home
  • /
  • Focus & Trends
  • /
  • Lunga vita al bomber! Meglio se nella versione limited edition di Hevō

Lunga vita al bomber! Meglio se nella versione limited edition di Hevō

 

Dalla variante in nylon che ha spopolato negli anni ’80/’90 alla versione più preziosa lanciata per questo autunno inverno 2017/18, in limited edition, da Hevō: ecco tre diversi modi di indossare il bomber 

 

Ricordate quando, qualche tempo fa, vi abbiamo raccontato la storia di una giovane azienda pugliese che sta conquistando il mercato dell’outerwear maschile? Bene, qualche giorno dopo la nostra visita da Hevō, Mauro Gianfrate, CEO del brand, ha chiesto di rincontrarci: nessun cenno al motivo dell’incontro, nessuna anticipazione. Quando finalmente riusciamo a vederci capiamo il perché: Mauro ci mostra, infatti, una limited edition, esclusiva e imperdibile, di un capo cult del guardaroba maschile, il bomber. E il pensiero è: ancora una volta Hevō stupisce e allo stesso tempo rassicura, confermando come passato, presente e futuro possano coesistere in un ciclo che rinnova continuamente se stesso. 

bomber

Conosciuto come capo iconico dello street style, il bomber nasce per motivi molto diversi rispetto a quello che è l’uso comune di oggi. La giacca a vento, infatti, fu progettata la prima volta nel 1917 dall’Aviation Clothing Board dell’US Army per offrire ai piloti militari un giubbotto molto caldo ma che al contempo lasciasse massima libertà di movimento. Da allora il bomber ha conosciuto, anno dopo anno, una continua evoluzione, restando una conferma di stile.

La traslazione dal guardaroba militare a quello civile è stata accompagnata da una presa in carico di nuovi valori e nuovi racconti. Non è esagerato dire che il bomber abbia raccontato tante e diverse storie: da quelle degli Skinheads e Hooligans a quelle delle comunità gay degli anni ’70, passando  per i teen–agers degli anni ’80, fino ad approdare a quelle delle super star contemporanee, come David Beckham e Kanye West.

Capo genderless per eccellenza, il bomber, pur rinnovandosi nei tessuti, nei colori e nelle linee, conserva intatti alcuni segni distintivi come la lunghezza alla vita – tant’è che sono stati progettati per essere indossati da seduti – la silhouette abbondante, le maniche ampie, le spalle destrutturate, i polsini e il bordo inferiore in maglia.

 

Bomber Peschici by Hevo’

 

bomber hevò

 

Hevō, nella sua limited edition, ha dato vita a un bomber – il cui nome si ispira a una delle città più suggestive del Gargano, Peschici – dall’animo sartoriale, in cui l’animo sfrontatamente ribelle viene mitigato da dettagli preziosi. La pura lana vergine lascia spazio al velluto liscio delle maniche, mentre il logo del brand campeggia sulla schiena in un marrone intenso. I polsini e il bordo inferiore alternano il nero e il marrone, come nei classici capispalla da college. Colori basici e tocchi sartoriali rendono il bomber Peschici di Hevō un capospalla timeless, versatile ed essenziale nel guardaroba di ogni uomo. Ecco allora tre diversi modi per indossarlo.

 

Street Style

Lo streetwear  è sicuramente lo stile che viene immediatamente associato al bomber, sempre più diffuso e anche sempre più amato non solo dagli adolescenti o dagli skateboarders. Le continue infiltrazioni nei luxury brand sono evidenti in questo total look dal sapore tipicamente newyorchese. La classica combo t-shirt + felpa + camicia a quadrettoni è sostituita da un pezzo unico, che fonde i 3 indumenti, ideato da Dsquared2 che, siamo certi,  farà impazzire tutti gli appassionati del genere. Denim effetto used – sempre Dsquared2sneakers bianca ai piedi e berretto da teenagers.

 

bomber hevò

Felpa Dsquared2

Felpa Dsquared2

Zaino by Boss Signature

Zaino by Boss Signature

Anfibi Dsquared2

Anfibi Dsquared2

Jeans Dsquared2

Jeans Dsquared2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Activewear

Il mood dell’anno sembra essere proprio questo: un equilibrio tra stile urban e stile gymwear. Dal mondo sportivo a quello moda il passo è breve, tanto che oggi è molto facile vedere capi, appartenenti a questi due universi, mixarsi come non mai. Così, gli jogging pants di Dsquared2 in jersey stretch e dettagli termosaldati si abbinano perfettamente a capispalla più glam, come il bomber Hevō. A completare l’outfit Maxi bag e sneakers sempre Dsquared2

 

Pantalone Dsquared2

Pantalone Dsquared2

T-shirt Paolo Pecora

T-shirt Paolo Pecora

Sneakers Dsquared2

Sneakers Dsquared2

Cartella Dsquared2

Cartella Dsquared2

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Casual style

Qui si gioca tutto sulle contaminazioni. Il bomber abbandona la tipica connotazione street e assume una verve più classica e molto contemporanea se si osa con le sovrapposizioni. Noi abbiamo scelto di rompere gli schemi: via le felpe e le t-shirt per far spazio a camicie, cravatte e panciotti. A completare  un pantalone dalla linea slim e magari in velluto – per riprendere il tessuto delle maniche del bomber – come quello di Pt01. Esperimento riuscito? Cosa ne pensate? 

 

bomber hevò

Panciotto Eleventy

Panciotto Eleventy

Pantaloni Pt01

Pantaloni Pt01

Cravatta Barba

Cravatta Barba

Mocassini Barrett

Mocassini Barrett

Lascia un commento