Categorie

Articoli recenti

  • Home
  • /
  • Around Puglia
  • /
  • Yoga in Valle d’Itria: tre luoghi dell’anima in cui ritrovare se stessi   

Yoga in Valle d’Itria: tre luoghi dell’anima in cui ritrovare se stessi   

praticare lo yoga a mare

Resistenza, flessibilità e meditazione: i benefici che lo yoga apporta nella quotidianità di chi lo pratica sono infiniti. E non solo sul piano fisico. Certo lo yoga migliora il tono muscolare, rallenta il processo di invecchiamento, stimola una corretta respirazione, dona importanti benefici alla schiena e di conseguenza alla postura, ma è soprattutto sul piano psichico che si vive un cambiamento che, in tanti, definiscono miracoloso. Trovare un equilibrio interiore, riuscire a sostenere situazioni di stress, migliorare la propria capacità di concentrazione: asana e pranayama possono davvero migliorare la qualità della vita. 

Chi è alla ricerca del sacro e della spiritualità sa bene che la Valle d’Itria, oltre ad offrire la pace di una natura incontaminata, è un luogo mistico, in cui si concentrano potenti energie, tanto da essere terra prescelta da Babaji per fondare, nelle campagne di Cisternino, il primo Ashram occidentale a lui dedicato. La storia di questa piccola comunità, che tutti conoscono come Ashram Bhole Baba, affonda le radici nel percorso spirituale che la fotografa Lisetta Carmi, oggi splendida novantaquattrenne, assieme ad altri italiani, intraprese in India a contatto con Shri Babaji, il maestro che indicò loro la necessità di realizzare la cittadella e diffondere gli insegnamenti di verità, semplicità e amore. Nacque così, nel 1979, questo villaggio dello Spirito, che trova casa – ancora oggi –  nella concentricità dei trulli immersi, diventando meta di pellegrinaggio per tutti i devoti alla ricerca della pace dell’anima, che scandiscono la giornata tra meditazione, preghiere e yoga.

Ma la Valle d’Itria è anche la terra eletta per chi cerca esperienze più “moderate”, per vivere lo yoga liberi dalla costrizione delle quattro mura di una palestra. Ecco tre luoghi, che troverete solo in Puglia, tutti da vivere. 

 

Yoga in masseria

 

 

Andare per masserie, gustare le vacanze immersi nella campagna pugliese, ma a pochi chilometri da mare, è diventato uno stile di vita, un marchio di distinzione che parte da questi gioielli rurali e finisce con i trulli, per immergersi in quella Valle d’Itria oramai tanto ricercata. Proprio le masserie, le loro terrazze, i loro uliveti, i loro giardini, offrono la possibilità di praticare lo yoga a stretto contatto con la natura: da indirizzi lusso come Masseria San Domenico o Masseria Moroseta, a soluzioni più spartane e rustiche come Masseria Pace, in Valle d’Itria è tutto un brulicare di proposte che uniscono a doppio filo relax, benessere, cucina naturale, yoga e meditazione.

 

Yoga al parco

 

 

Per tutti coloro che vivono in città, il parco cittadino potrebbe essere un’ottima soluzione per praticare lo yoga all’aperto. Ma per chi conosce la Puglia, le aspettative sono ben più alte: il paesaggio pugliese, infatti, è talmente variegato e ricco di flora che è molto facile imbattersi in luoghi totalmente incontaminati. Così, accanto a siti più famosi, come la Riserva Naturale Bosco delle Pianelle – un’oasi di 600 ettari segnata da alberi secolari, grotte e sentieri – esistono destinazioni meno battute, ma ugualmente affascinanti, come il Belvedere di Caranna, una frazione di Cisternino: dopo aver percorso un breve tratto di strada non battuta, si aprirà davanti ai vostri occhi una vista incredibile, che abbraccia l’intera Valle d’Itria, costellata di vigneti, trulli e distese di ulivi. Il consiglio è di viverlo alle prime luci dell’alba quando, seduti sul vostro tappetino, potrete salutare il sole, immersi in una luce dolcissima. 

 

Yoga in riva al mare (Adriatico)

 

mare yoga in valle d'itria

 

Il rumore delle onde, all’orizzonte una palla di fuoco che affonda nel blu del mare e il calore della sabbia sotto il corpo: la costa adriatica, raggiungibile in pochi minuti dalla Valle d’Itria, offre tantissime calette circondate dalla macchia mediterranea, in cui trovare silenzio e pace. Naturalmente le ore migliori per praticare lo yoga sono all’alba o al tramonto, quando le spiagge si svuotano lentamente. Costume da bagno per un tuffo in mare e maglietta in cotone per proteggersi dai raggi solari. In questi ultimi anni, diverse scuole di Yoga stanno organizzando corsi in riva al mare: Lido Stella, ad esempio, ospita tutti i venerdì, dalle ore 19 alle ore 20.30, lezioni di Yoga integrale. Namasté!

Lascia un commento